QGIS: SECONDA HACKFEST ITALIANA DI QGIS

La seconda HackFest italiana di QGIS si è tenuta nell’Aula CM – presso Università di Padova, Via Ognissanti, 39 in occasione del GIS day e settimana della consapevolezza geografica 2017, organizzato dall’Associazione GFOSS.it e dal Master universitario di II livello in GIScience dell’Università degli Studi di Padova – domenica 12 Novembre dalle 09.00 alle 17.00; lunedì 13 Novembre dalle 09.00 alle 13.00. 

In questo articolo racconto la mia esperienza:

Rientro dalla Sicilia giorno 11 notte per non perdermi l’evento; il 12 mattino sveglia alle 5:30, partenza alle 6:00 da Capannori destinazione Padova, circa 3 ore di viaggio tra pioggia, nebbia e deviazioni stradali. Nonostante tutto arrivo verso le 9:15 e trovo ad aspettarmi Federico Gianoli, un docente del master di II livello, un caro amico.

Credevo di essere in ritardo invece trovo, oltre lo staff del master, Enrico Ferreguti – padovano – che è in attesa dell’inizio dell’evento. A poco a poco iniziano ad arrivare altre persone, a me sconosciute, ma molto simpatiche. Lo staff del master, caratterizzato da persone molto giovani e simpatiche, ci accolgono bene e soprattutto ci offrono una bella colazione con caffè realizzato con la moka della nonna e biscotti, ma soprattutto Federico mi fa vedere in anteprima due casse di birra artigianale:

casse di birra artigianale
Qbirra

sono le 10:30 ed ancora aspettiamo Stefano Campus ed altri recuperati da Federico direttamente dalla stazione di Padova. In attesa del presidente, vedo entrare in aula un volto conosciuto tramite mailing list Alessandro Sarretta, non ci crederete ma è stato il primo incontro imprevisto, ma pieno di emozioni, della giornata. Finalmente arriva il capo – skampus – e si da inizio all’evento:

dopo l’introduzione del prof. Massimo De Marchi ed in attesa del primo intervento di Matteo Ghetta, Federico mi fa vedere un libro che sta leggendo:
23551045_10215267417947598_7239652371909087098_o
Gary Sherman Papà di QGIS

con questa foto faccio un tweet sul canale di QGIS Italia e subito viene ritwittato da Anita Graser:

23511434_10215267571071426_8390092890998486869_o

 

finalmente si inizia con un breve workshop sulla creazione di test automatici per Processing (QGIS 3):

dopo alcuni interventi di Alessandro Sarretta si passa, dietro invito di Federico,  a testare, su un server Ubuntu, l’installazione di QGIS e dei percorsi relativi settati in un progetto QGIS (non ho capito nulla, ma vedere in azione Enrico Ferreguti è stato molto interessante); si fa tardi, è ora della pausa pranzo:

in attesa di ‘calare’ la pasta, Federico (patentato ENAC con assicurazione) ci dimostra come usare un piccolo drone con telecamera:

IMG_20171112_133317
Federico Gianoli

 

Dopo pranzo, prima del caffè, vedo aggirarsi intorno a noi un viso conosciuto in mailing list, Amedeo Fadini, wow altra bella conoscenza.

  • Si rientra in aula e si parla di Sistemi di Riferimento dell’Emilia Romagna e dei grigliati dell’IGM, intervento di ……;
  • Matteo Ghetta parla di alcune novità della prossima QGIS 3.0 e del porting dei plugin sa 2.x a 3.x;
  • il sottoscritto fa un piccola dimostrazione sul 3D di QGIS 3.0 – improvvisando in quanto non era previsto;23415299_10215268230167903_7946547813512113639_o
  • Federico Gianoli parla di GeoNode;
  • si fa tardi, sono quasi le 18:00 ed io mi appresto a rientrare in Toscana, altre tre ore di viaggio tra pioggia e nebbia fitta.
  • Lunedì 13 continuerà l’evento dalle 9:00 alle 13:00, ma io non ci sarò, unica cosa che ho scoperto tramite facebook è che Matteo Ghetta continua a parlare di Plugin e di cosa ci sta dietro.23467136_1908853509377131_7335869758740257620_o

 


Conclusioni: Incontro molto interessante dal punto di vista sociale ed umano, ho conosciuto personalmente A. Sarretta , A. Fadini e Luca Delucchi ed altri meno noti, almeno per me, in ML QGIS e/o GFOSS; è stato bello rivedere Enrico Ferreguti., Matteo Ghetta e Federico Gianoli che ringrazio per tutto quello che ha realizzato per l’evento, in particolare per la ottima birra artigianale ;-).

Mi spiace solo che alcuni persone, di un certo ‘peso’, cioè i veterani di QGIS e GFOSS, non erano presenti (almeno Domenica, il primo giorno) per vari motivi alludo a Paolo Cavallini, Luca Lantieri, Rocco Piscopo, Pierluigi De Rosa e Luca Mandolesi.

Da uno scambio con Matteo Ghetta, che segue anche  gli eventi internazionali, mi raccontava che simili incontri a livello internazionale NON superano mai le 40 persone; quindi in Italia siamo avanti? Nel primo QHFIT1 e nel secondo QHFIT2 eravamo circa 15 persone!!!


 

Album dell’incontro:

20171112_104842
in primo piano Matteo Ghetta
20171112_104906
Skampus e Sarretta
20171112_104934
Skampus e Sarretta
20171112_153105
Fadini, Skampus, Ferreguti e Ghetta – di spalle il prof. Massimo De Marchi direttore Master II livello
IMG_20171112_132746
Ferreguti e Ghetta
IMG_20171112_133339
Il jolly Skampus in azione
DJI_0296.JPG
Una foto da drone by Federico Gianoli
Annunci

3 pensieri su “QGIS: SECONDA HACKFEST ITALIANA DI QGIS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...