QGIS: INDIVIDUARE E CORREGGERE UN ERRORE

Facebook è una fonte inesauribile di idee (non sempre buone), qualche giorno fa vengo taggato (dall’ amico Ciro Spataro) in questo post su Facebook:

tag Facebook

come si vede dalla discussione sembra che Ciro volesse segnalarmi qualcosa che non va.

Leggo l’articolo (scritto da VINCENZO PATRUNO ) e in fondo al blog post trovo la possibilità di scaricare l’intero dataset:

screenshot dal blog post

è uno shapefile (di quasi 400 MB) risultato di varie operazioni descritte nell’articolo; decido di scaricarlo e di importarlo in QGIS e scopro:

QGIS

facendo Zoom completo noto che il BBox (cioè l’estensione dell’intero shapefile) ha qualche problema: come se ci fosse qualche micro poligono disperso in Africa.

Da strumenti di processing avvio il geo-algoritmo Perimetro di delimitazione minimo orientato e ottengo:

Perimetro di delimitazione minimo orientato

un particolare:

selezione il rettangolo orientato anomalo

quindi scopro che il poligono con nome SANTA TERESA GALLURA – Zona OMI E3 ha qualche anomalia; approfondisco la ricerca e scopro un poligono in Africa:

in realtà il poligono è un pezzo “sfuggito” dal poligono originale:

vediamo come sistemare il problema con QGIS:

  • seleziono il poligono con errore;
  • da strumenti di processing attivo ‘Edit in Place‘ (Modifica elementi sul posto)
  • cerco il geo-algoritmo ‘Ripara geometrie‘ (ST_MakeValid di PostGIS)
  • doppio clic e l’errore viene sistemato, ovvero il poligono iniziale era unico ora trovo due poligoni separati e quindi posso correggerlo;

per spostare il poligono (dall’Africa in Sardegna), deseleziono tutto e mi posizione nel micro poligono africano:

attivo lo snap, seleziono lo strumento Sposta elemento: clicco in un punto riconoscibile e sposto la mappa (PAN) fino in Sardegna:

il poligono sembra più piccolo ma è solo una illusione ottica dovuta alla proiezione utilizzata (cioè alle deformazioni che ogni sistema comporta); clicco nel punto corrispondente e il gioco è finito:

dopo correzione faccio zoom completo:

dopo correzione

resta solo da capire come correggere il relativo record nella tabella attributi, ma questo non è compito di questo blog post.

NOTE FINALI: Non conosco la genesi dei dati di partenza e non ho partecipato alla costruzione del dataset finale condiviso da Patruno, quindi, non conosco tutto il lavoro che ci sta dietro (sicuramente un lavoro enorme); questo blog post vuole solo dare una rapida soluzione a chi volesse usare e correggere il problema usando QGIS.

Riferimenti:

Ringraziamenti:


Se il blog post vi è piaciuto cliccate su ‘Mi piace’, grazie!!!
if you liked the blog post click on ‘Like’, thank you !!!

Se il post vi è stato utile contribuite a mantenerlo aggiornato PayPal

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.